Affiliate marketing, come iniziare?

Affiliate marketing, come iniziare?

Ne avrai di certo sentito parlare, ma cos'è esattamente l'affiliate marketing? Da una semplice traduzione letterale del termine, puoi intuire che si tratta di un sistema di guadagno online di affiliazione. Per sommi capi, monetizzi promuovendo prodotti di altre aziende. Ma come funziona nello specifico e come iniziare? Continuando nella lettura, ti si aprirà un mondo tutto nuovo. Al termine di questo articolo, avrai le nozioni necessarie per cominciare con il passo giusto.

Cos'è l'affiliate marketing?

Prima di entrare nel vivo dell'argomento, facciamo un po' di chiarezza, partendo dalle basi. Per affiliate marketing si intende un sistema di guadagno che basa tutto sulla vendita di prodotti di un dato brand. In sostanza, il tuo conto inizierà a crescere in base alle commissioni, un po' come accade per i telemarketer o per i rappresentanti (i classici venditori porta a porta).

Vista così, non sembra esattamente una proposta allettante, ma fidati perché online è tutto molto diverso.

Nell'affiliate marketing le parti coinvolte sono 3:

- advertiser, chi commissiona;

- publisher, chi promuove il prodotto;

- consumer, chi compra il prodotto e quindi l'utente finale.

Questo sistema di marketing rende felici tutti, perché con la minima fatica hai la possibilità di guadagnare interessanti somme, l'azienda che ti commissiona il lavoro ha un tornaconto economico aumentando la propria visibilità e il cliente finale riceve il suo prodotto a un prezzo concorrenziale.

Ma affiliate marketing non significa solo vendere ciò che ti viene chiesto! Infatti, puoi commissionare tu stesso il lavoro ad un network di affiliazione per promuovere i tuoi prodotti. Ad esempio, se hai creato un e-commerce che tratta di una nuova linea di cosmetici bio (potrebbe riferirsi benissimo anche a prodotti hi-tech, libri, giocattoli per bambini e quant'altro) e vuoi raggiungere una clientela più ampia e diversificata, ti basta condividere la proposta con un sito che venderà i cosmetici per tuo conto, in cambio di una commissione. In tal caso, tu sarai il merchant (la figura che ha creato il prodotto) e il network rappresenta l'affiliato.

Quest'ultimo, inserirà nell'URL un codice affiliato (o referenza) che rimanderà al tuo sito ampliando la visibilità del brand ma, al tempo stesso, consentendo di guadagnare ad entrambi su ogni eventuale acquisto. Di certo, non tutto piove dall'alto con questa semplicità, perché il tornaconto monetario dipende dalla pubblicità e dalla tipologia di promozione effettuata per arrivare a più persone possibili. Senza delle fonti di traffico rilevanti e solide è impossibile portare a casa commissioni considerevoli e guadagni sostanziosi.

Affiliate marketing e differenze con altri sistemi di guadagno

Per sommi capi il concetto di affiliate markenting dovrebbe già esserti abbastanza chiaro. Attenzione però a non confonderlo con il dropshipping oppure con il network marketing. Le differenze, seppur molto sottili, ci sono. Vediamole brevemente:

- dropshipping. È un sistema di gestione del business che permette di vendere prodotti di tua scelta ad una clientela selezionata senza dover disporre materialmente di uno stock o di un inventario fisico. Non dovrai quindi preoccuparti di nulla, tranne che della promozione del tuo negozio online e della conversione dei visitatori in acquirenti. Non appena riceverai un ordine, dovrai semplicemente provvedere al confezionamento (attenzione a questo dettaglio! Non lasciare nulla al caso perché ne vale la buona immagine del tuo store) e alla spedizione. Ricorda di fornire un'assistenza adeguata ai tuoi clienti.

- Network marketing. Si tratta di uno schema piramidale noto anche come marketing a più livelli che impiega il lavoro di agenti indipendenti atti a formare altro personale con l'obiettivo della vendita.

Come puoi notare, le tre tipologie di marketing si somigliamo parecchio, ma ciò che le differenzia, seppur in maniera quasi impercettibile, è la modalità d'azione.

Come iniziare a fare affiliate marketing

Dopo le dovute premesse, sei pronto per iniziare. Da publisher (e quindi da promotore del prodotto) dovrai innanzitutto rimanere con i piedi per terra senza però lasciarti cogliere dall'impreparazione o dalla paura di non farcela. Insomma, prima di buttarti negli affari, devi prendere coscienza dei vantaggi ma anche degli svantaggi e, come per qualsiasi altra attività del quotidiano, evitare di fare il passo più lungo della gamba.

In effetti, in questo caso, i rischi per te sono limitati: male che vada non ti verrà riconosciuta la commissione, ma non perderai nient'altro in quanto non hai investito o creato nulla. Per avere successo nell'affiliate marketing da "promotore" esperto o principiante potrebbero tornarti utili alcune chicche che desideriamo condividere di seguito:

1) Scegli la tua nicchia di mercato. Crea una piattaforma verticale legata ai prodotti che vuoi promuovere come affiliato. Sii il più specifico possibile, non indirizzare la tua attenzione su argomenti troppo diversi tra loro. Questo perché in primis la gente preferisce i siti specializzati e non generici e, in secondo luogo, questa opzione non ti garantirà guadagni sostanziosi. Ricorda che per iniziare a monetizzare davvero hai bisogno di grandi numeri (la commissione per ogni vendita non è mai molto alta).

2) Promuovi solo prodotti di qualità. Questo è un punto cardine per il tuo successo. Accetta affiliazioni solo con aziende serie e capaci di offrire un servizio al cliente più che soddisfacente. Quando promuovi un qualsiasi articolo, non dimenticare che ci stai mettendo la faccia! In caso di problematiche, i clienti prenderanno di mira te: non hai saputo consigliarli per il meglio. Quindi attenzione agli specchietti per le allodole! Se non sei un grande esperto in materia, effettua un'analisi di mercato. Ricerca su Google quali sono i prodotti più richiesti, quali sono gli investimenti più proficui e valuta attentamente la concorrenza.

3) Costruisci il sito. Una volta che hai scelto la tipologia di clientela da coinvolgere e la nicchia di mercato, dedicati alla realizzazione di un sito finalizzato alla promozione del prodotto in questione. In alternativa, puoi anche sviluppare una landing page, cioè una pagina di vendita su cui applicare il link con il codice affiliato. Naturalmente, dovrai ottimizzare i tuoi strumenti al meglio per poter catturare l'attenzione degli utenti, trasformarli in potenziali acquirenti e convincerli a comprare per ottenere dei guadagni degni di nota.

4) Aumenta le fonti di traffico. Strettamente legato al punto precedente, per poter fare del buon affiliate marketing dovrai migliorare la visibilità del tuo sito web o della landing page. Capirai che se non ottieni un certo numero di visualizzazioni, le vendite saranno limitate così come le tue entrate. Le fonti di traffico sono davvero tante, non ti resta che scegliere tra: i social media, l'email marketing, il traffico a pagamento o la Search engine optimization, più nota come SEO. Volendo essere più chiari, analizziamoli uno per uno.

4.1) Social media o social network. Oggi hai solo l'imbarazzo della scelta tra Facebook, Youtube oppure Instagram. Riuscendo a creare dei contenuti virali (diventando influencer per intenderci) sarai in grado di importi sul mercato e ottenere grandi risultati.

4.2) Email Marketing. Molto funzionale, questa strategia ti permette di creare una lista di contatti efficace, perché capace di convertire migliaia di visite sul tuo web. Potrai decidere quando inviare un messaggio con risultati garantiti.

4.3) Traffico a pagamento. Metodo preferito dalla maggior parte dei marketer consente di generare una buona fonte di traffico. Dovrai semplicemente creare degli annunci a pagamento sui social, i motori di ricerca, oppure dei banner. Per ogni click riceverai un addebito. Qualche suggerimento? Prova con Google Ads oppure con Facebook Ads, scoprirai quant'è semplice iniziare a fare affiliate marketing e guadagnare.

4.4.) Search engine optimization o SEO. Si tratta della più nota e produttiva tecnica per generare traffico in maniera gratuita e naturale. Ottimizza il tuo sito o la landing page mediante l'uso di keywords (parole chiave) e lascia che i più grandi motori di ricerca si accorgano di te, piazzandoti sulle loro prime pagine.

Per perfezionare le tue conoscenze sull'affiliate marketing, potrai decidere anche di frequentare dei corsi specifici. Il cammino che stai decidendo di intraprendere un po' per curiosità o per necessità è davvero affascinante e può portarti a enormi guadagni senza grandi investimenti. Tuttavia, come abbiamo più volte ribadito, sia che operi da publisher oppure da merchant, non è tutto oro ciò che luccica e durante il percorso potrai incontrare diversi ostacoli che potrebbero anche invogliarti a mollare tutto. Sii tenace e mantieni i nervi saldi: con la giusta strategia, un pizzico di determinazione in più potrai andare lontano e raggiungere i tuoi obiettivi.

Anche se le commissioni non possono garantirti sempre un grande profitto, fare affiliate marketing è piuttosto redditizio (tale da obbligarti ad aprire la Partita Iva), ma devi lavorare bene e svolgere i tuoi compiti con costanza e intelligenza. Dovrai attuare un modus operandi strategico per i tuoi sforzi di marketing: solo questa è la chiave per il successo.