Python bytearray()

La funzione bytearray() restituisce un oggetto bytearray che è un array dei byte forniti.

La sintassi è:

bytearray([fonte[, codifica[, errori]]])
  • fonte (opzionale) - sorgente per inizializzare l'array di byte.
  • codifica (Opzionale) - se la sorgente è una stringa, la codifica della stringa.
  • errori (Opzionale) - se l'origine è una stringa, l'azione da intraprendere quando la conversione della codifica fallisce.

Il metodo bytearray() restituisce un oggetto che è una sequenza modificabile di numeri interi nell'intervallo 0 <= x < 256.

Se si vuole la versione immutabile devi usare la funzione bytes().

Il parametro fonte (definito source in inglese) può essere usato per inizializzare l'array di byte nei seguenti modi:

  • Stringa: converte la stringa in byte utilizzando str.encode(). Deve anche fornire la codifica e opzionalmente gli errori di codifica.
  • Numero Intero: crea un array di dimensioni fornite, tutte inizializzate a null.
  • Oggetto: un buffer di sola lettura dell'oggetto sarà usato per inizializzare l'array di byte.
  • Iterabile: crea un array di dimensioni pari al conteggio dell'iterabile e inizializzato con gli elementi iterabili. Deve essere un iterabile di numeri interi compresi tra 0 <= x < 256.
  • Nessuna fonte (argomenti): crea un array di dimensione 0.
frase = "Tuttofaredigitale è forte!"

arr = bytearray(frase, 'utf-8')
print(arr)

Output del codice

bytearray(b'Tuttofaredigitale \xc3\xa8 forte!')

Esempio con numero intero:

n = 5

arr = bytearray(n)
print (arr)